Loading...

Corso di formazione per Insegnante di Meditazione

Un corso unico, per chi già insegna Yoga o per sviluppo personale

Il corso Jiva Dhyana Gurukulam insegna le antiche conoscenze e le discipline pratiche della Tradizione della meditazione dei Grandi Yogi dell'Himalaya in un contesto contemporaneo.

Il programma fornisce satsanga e guida personale di insegnanti senior e dal nostro programma di tutoraggio. Quando lo studente è pronto ad approfondire la propria pratica spirituale può richiedere l'iniziazione. L'iniziazione nella tradizione meditativa yoga himalayana è una trasmissione diretta dell'energia della coscienza da un precettore qualificato. Da quel momento in poi, lo studente riceverà una ulteriore guida spirituale dal precettore.

I ricercatori spirituali sono guidati attraverso un programma di auto-trasformazione che porta alla realizzazione del vero Sé, l'obiettivo della vita, la più alta tra tutte le gioie.

La Tradizione himalayana include molte vie di meditazione che vengono insegnate rispettando le caratteristiche individuali dell'aspirante. La pratica deve essere sempre adatta alla personalità e ai bisogni dell’allievo.

Il nostro programma è un programma sistematico, basato sulla sadhana.

La preparazione all’insegnamento nella Tradizione Yoga e Meditazione viene insegnata da maestro a allievo secondo la tradizione e il lignaggio dei Maestri himalayani e può essere adattata anche in contesti culturali e religiosi diversi.

L'obiettivo principale del nostro programma è approfondire e comprendere la sadhana individuale degli studenti in modo che possano trasmettere autentici insegnamenti yoga agli altri, non solo una serie di sterili conoscenze accademiche, ma una vera esperienza personale.

Lo Studio delle Scritture non viene insegnato come un insieme di dottrine o sterile e mera filosofia ma come conoscenze e pratiche per la meditazione profonda e il Samadhi.

Le pratiche insegnate nel corso trovano le loro origini nei testi classici come gli Yoga Sutra di Patañjali, nel Tantra e nella Kundalini, la Bhagavad Gita, le Upanishad, i Veda, e rivelano i metodi per raggiungere il Samadhi. Questi testi vennero realizzati nello stato di samadhi. Sono vere guide nel sentiero del ricercatore e il loro significato può essere compreso solo nella profonda meditazione.

Materie del corso

Le pratiche insegnante sono metodi per purificare, calmare e focalizzare il corpo e la mente (azioni, parole, pensieri, emozioni):

  • L'umiltà; assenza di ego; veridicità; la non violenza; autocontrollo e osservanza; austerità; amore verso gli insegnanti e ogni essere vivente; bhakti "devozione" verso la propria divinità personale o verso il Guru; determinazione; chiarezza nel proprio obiettivo personale; autosoddisfazione; resistenza a situazioni avverse; spassionatezza dei piaceri mondani (sensualità, potere, fama ...); celibato o lealtà verso il proprio partner.
  • Hatha Yoga, Scienza del respiro, Psicologia Yoga, l’Ayurveda e il Samkhya e altre scienze inerenti allo yoga insieme a discipline e pratiche come la non violenza, l'amore, la sincerità, l'umiltà, l'assenza di ego, la forza di volontà, l'autocontrollo e l'osservanza, l'austerità, il celibato o la lealtà verso il proprio partner, ecc., sono insegnate e praticate come metodi per purificare, calmare e focalizzare la mente e il respiro del corpo in preparazione alla pratica della Meditazione profonda.

Inoltre, la Tradizione di Yoga e Meditazione dei Maestri himalayani come insegnata da Swami Rama, mette in risalto il suo approccio scientifico nel presentare e dimostrare le conoscenze, le pratiche e i risultati dello Yoga e della Meditazione.

  • La psicologia secondo lo Yoga
  • La mente secondo lo Yoga e l’Ayurveda
  • Alimentazione secondo lo Yoga e l’Ayurveda
  • Deontologia dell’insegnamento
  • Il pranayama, studio delle tecniche adatte alla progressione nella pratica
  • Tecniche meditative
  • I Mantra; memorizzazione di mantra come Gayatri e Maha-mrtyunjaya e il loro significato esperienziale
  • Lo Yoga nidra, le tecniche e la progressione nella pratica
  • Prana vidya
  • Esercizi preparatori e Hatha Yoga per la preparazione alla meditazione
  • Studio e pratica meditativa con mudra, Yantra, Trataka

Pratiche di japa, la ripetizione mentale di un mantra, insegnate secondo il metodo e la progressione tradizionale:

  • Praticare il mantra con la consapevolezza del flusso del respiro.
  • Praticare il mantra mentre si svolgono compiti quotidiani come cucinare o leggere o scrivere.
  • Ascoltare il proprio mantra nella mente o nel chakra anahata.
  • Praticare il mantra con la respirazione sumeru.
  • Unire il mantra nel punto del bija di un certo chakra, e quindi osservarlo emergere di nuovo da lì.
  • Portare il mantra nella stanza del silenzio della mente, e osservarlo emergere di nuovo da quel silenzio.
  • Unire il mantra al suono interiore nella Caverna delle Api, il bhramara gupha, sperimentando nuovamente il suo riemergere.
  • L'adorazione mentale del mantra nei templi interiori (manasa-puja).

Per queste pratiche, sono necessari sia il metodo che la grazia iniziatica. 

Mantra diksa; Il conferimento del mantra personale.

L'iniziazione è un elemento fondamentale all'interno della tradizione himalayana

"Il primo stadio dell'orientamento è una iniziazione in un mantra specifico ... La parola mantra significa ciò che libera la mente da tutte le angosce, i dolori e le agonie. Un mantra consiste in una o più parole scelte specificamente per condurre alla Verità: in effetti non tutte le parole possono essere un mantra, i mantra inoltre, non sono composti dall'iniziatore, ma sono tramandati attraverso la tradizione yogica, essendo stati rivelati a grandi yogi e veggenti mentre erano in uno stato di profondo samadhi. pochissime persone ne conoscono o comprendono il significato profondo: una volta iniziato, il discepolo ripete e medita sul suo mantra per tutta la sua vita e gradualmente il mantra lo conduce allo stadio del samadhi. "

"Non si tratta semplicemente della recitazione meccanica di un mantra scelto a caso. La scienza del mantra si basa sulla comprensione delle vibrazioni sonore che sono principalmente centrate nelle varie stazioni della kundalini e non possono essere afferrate senza l'iniziazione. Lo scopo ultimo del mantra japa, la ripetizione mentale del mantra, è entrare nel silenzio. Prima si assorbe il livello articolato del discorso (vaikhari) a livello mentale (madhyama). Quindi si tacita anche questo ed entra nel regno dei pashyanti, la vibrazione della rivelazione, in modo tale che diventi il ​​canale per la rivelazione. Da lì si entra nell'assorbimento supremo nel para, il trascendente, che è conoscenza, come nel Principio Divino. Un precettore addestrato nella tradizione himalayana conduce gli studenti atraverso continui perfezionamenti nei nove stadi della pratica mantrica come insegnato nei sistemi tantrici."

Swami Rama, lezioni sullo yoga

per rendere il corso accessibile a tutti abbiamo pensato di svolgere il corso la domenica dalle 9.30 alle 18.00.

Totale ore frontali: 65 ore più un minimo di 50 ore di praticantato tra perfezionamento della pratica e tutoraggio,

le pratiche che saranno anche da svolgere a casa, gli allievi avranno a disposizione un tutor per il perfezionamento durante la pratica.

8 seminari, orario corso: domenica 9.30-13.00 / 14.30-18.00